Midnight Mosaic – Outside The Lines

Devo dire che l’America mi ha sempre dato un retrogusto di soul, forse perché sono cresciuto con quei dischi d’oltreoceano o forse perché era la musica che continuo ad amare più d’ogni altra ancora oggi.
Ma i Midnight Mosaic non sono solo soul, ben altro, nel loro sound includono le più svariate sfumature a partire da queste sino ad un rock molto energico di stampo indie.

Outside The Lines, già un titolo molto bello così come il testo di tutta la canzone, ma in particolar modo la prestazione vocale mi ha lasciato colpito.
Si tratta di una canzone che consiglierei? Ma senza dubbio! Questa come tanti altri lavori della band che ho amato a dir poco. Certamente non bisgna farsi trarre in inganno dalla mia partenza: non si tratta di una band soul, ma ciò che sa darsi è ancora più forse del soul stesso, è un qualcosa di nuovo e molto interessante.

Degno di menzione è anche il loro produttore David Ivory che ha svolto un lavoro veramente maestoso.

Link:
http://www.midnightmosaicband.com/
https://soundcloud.com/midnightmosaic/outside-the-lines-midnight-mosaic
www.reverbnation.com/midnightmosaic
https://www.facebook.com/MidnightMosaic
https://twitter.com/midnightmosaic
https://play.spotify.com/track/16dhZDgeS6BREgallLOLwJ
https://itunes.apple.com/us/album/outside-the-lines-single/id988164312

OutsideTheLines2

Advertisements

Zaena Morisho – Rock the Natural

Rock The Natural, Rock The Natural, Rock The Natural… è uno di quei motivi che ti rimane impresso in testa che ti fa ballare, ma soprattutto ti coinvolge e fa godere.
Che apprezzi particolarmente la musica al femminile non credo sia un grande mistero, ma Zaena Morisho è un’artista che sa sicuramente andare oltre. Rock The Natural è infatti solo un tassello della sua discografia nella quale possiamo vedere brani molto eterogenei fra loro, quando ho avuto modo di ascoltarli infatti ho capito al meglio il suo vero valore artistico di una varietà non da poco.
Tornando al brano in questione il beat è davvero, davvero accattivante, l’ho amato davvero come potete vedere anche dall’esordio della recensione.
Personalmente spero di poter sentire presto altra musica di Zaena aspettandomi fra l’altro chissà quale risvolto visto quanto già prodotto sin’ora.

A proposito di produzione mi sembra folle non spendere almeno due parole.
La produzione si lascia ascoltare senza problemi e fa un lavoro che definirei davvero buono, nulla di particolarmente speciale, ma dona alla canzone il tocco giusto, ciò di cui ha bisogno. Se una canzone è bella non ha bisogno d’altro.

Link:
https://soundcloud.com/zaena-morisho/rock-the-natural
https://www.facebook.com/ZaenaMorisho
www.zaenanow.com

Meshach Abednego – Glad To Be Here (Hayling cover)

Meshach Abednego è un musicista molto curioso attivo nel blues/gospel.
Musicista studiato la sua proposta è molto, molto strana e particolareggiata da un’atmosfera che non mi era ancora capitato di sentire se non forse in qualche lavoro minimal, ma stiamo parlando di elettronica.

Effettivamente non si può dire che la canzone in questione non sia minimale anzi, gli strumenti trattati sono davvero pochi nonché la voce limitata a poche note, ma tutto questo porta un’ambiente onirico, sembra di sognare ad occhi aperti.
Un lavoro apprezzabile? A me è piaciuto, ma va riconosciuto che è musica per pochi appassionati del genere in quanto davvero molto  complicata all’ascolto seppur comunque molto basilare come costruzione.

Una nota dolente vera e propria non c’è a dire il vero se non il fatto di essere, come appena detto, presentabile ad un non vastissimo gruppo. C’è però un consiglio che darei ovvero che la produzione, a mio parere, non rende giustizia alla canzone.
Non è fatta particolarmente bene e secondo me avrebbe potuto rendere questo brano molto pregevole ancora più apprezzabile dandone una spinta ulteriore.

Che sia stata una scelta? Questo non so dirvelo!
Vi lascio intanto i link:

http://meshachabednego.com
https://twitter.com/meshachabednego
https://www.facebook.com/meshach.nyc
https://soundcloud.com/meshach-abednego
http://royalgiants.tumblr.com
http://www.reverbnation.com/meshachabednego

J Metro – Magic

Io ve lo anticipo: J Metro mi è piaciuto un casino.
Non tendo ad amare l’R&B se come R&B intendete tutto quell’insieme di musica banale, finta e ripetitiva che è circolata negli ultimi anni e ancora oggi sentiamo rovinarci le orecchie.
Adoro però l’R&B vero, quello che ti dona ritmo e ti fa venire voglia di ballare, ma soprattutto riesce a tirarti su di morale. Testi carichi e una musica energica e potente. J Metro è tutto questo in una chiave moderna rispetto ai temi d’oro, ma pur sempre un ottimo musicista.
Molte sono le caratteristiche pregevoli di questo cantante, ma ciò che più tocca i miei sentimenti di Magic è sicuramente tutta la struttura musicale e ancor di più la produzione stessa.
Non riesco a trovare nulla e dico veramente nulla in questa canzone che non mi piaccia o mi deluda, la voce è bella, gli strumenti sono belli, la scrittura è bella, la produzione è bella.

Un lavoro davvero fatto con i fiocchi, complimenti!

www.jmetromusic.com
www.iamjmetro.com
https://soundcloud.com/jmetromusics/magic

MR.KITO – The State Of Presence

MR.KITO è uno di quei progetti di cui ti ricorderai per forza perché ascoltandolo, nel bene o nel male, qualcosa ti lascia stampato nel cuore.

Si tratta infatti di musica indie con un’enorme libertà artistica il cui accento francese non fa altro che dare quel tocco di naturalezza che ormai manca a tantissime composizioni.

Un lavoro spontaneo e genuino con testi molto belli a parer mio. Un album della giusta lunghezza non troppo da annoiare e non troppo poco da lasciare nell’ascoltatore un senso di insoddisfazione.
Potrei star qua a farvi una noiosissima relazione di traccia su traccia, ma come sapete non ne sono un grande fan perché credo faccia perdere all’ascoltatore il vero gusto di scoprirsi l’album e che finisca con lo spezzare la magia che vi è in questo.
Posso dirvi la bellezza delle sue varie composizioni, consigliarvi vivamente di ascoltare pezzi come I Have No Brain o il mio amatissimo The Un-Discovered Path la cui atmosfera trasmessa riesce davvero a buttare giù i muri della musica commerciale.
MR.KITO è un progetto di totale sperimentazione, un progetto che ha tantissimo da dire su di un mondo a molti totalmente sconosciuto.
Questa è buona musica, è musicsa da portare avanti è sostenere. Ce ne fossero 1000 di MR.KITO.

http://mrkitomusic.com/

Dario Margeli – Five Little Things

Kitsune, Maddecent o Heavenly? No no, nulla di tutto questo! Stiamo parlando di Dario Margeli, ragazzo americano nato da genitori stranieri ora trasferitosi nel Regno Unito.
La sua musica è decisamente molto interessante e un genere, almeno qui in Italia, poco noto e sviluppato.
Merita sicuramente una grande attenzione Five Little Things canzone con toni produttivi ben sviluppati e che certamente non lascia nell’ombra le ottime qualità di Dario, di ottima voce e grande talento.

Che dire?

Ascoltatelo:

http://www.youtube.com/watch?v=MFVTzvdzQpk
Facebook:
http://www.facebook.com/margelimusic
Web:
http://www.dariointernet.com

Korveil – Feeling Alive

Feeling Alive di Korveil.
Una canzone di incredibile gioia, spensieratezza ed emozioni giovanili “sentirsi vivo” è un messaggio certamente fantastico e questa canzone raccoglie il bel positivismo di cui tutti abbiamo bisogno.
Korveil ha una bella voce e la produzione la rende molto bene, il tempo è bello scandito, canzone che alla fine va comunque ascoltata e difficilmente riassumibile.

Bello il video, molto carino e ben realizzato. Ascoltatevela.

http://youtu.be/UHdJF7M8ibA
https://soundcloud.com/voxomusicgroup/korveil-feeling-alive